Impostazioni cookie

Ti trovi in:

Strumenti

Vocabolario e thesaurus degli infortuni

Il modello di lettura della numerosità degli infortuni utilizza un nucleo del "linguaggio speciale" dell'Inail.

Il nucleo del linguaggio speciale è composto da 69 vocaboli e frasi (e organizzato nella forma del vocabolario).

 

Elenco dei lemmi

a - agricoltura, altre attività, altre cause di negatività, anno di accadimento, anno di protocollo (del caso), artigianato, attività non tutelata; c - carenza di documentazione valida, caso d'infortunio, classe d'età, classe di menomazione, codice ATECO, con mezzo di trasporto (coinvolto); d - danno biologico, data della definizione amministrativa, data di accadimento, data di morte, data di protocollo (del caso), data di rilevazione, definizione amministrativa, denuncia d'infortunio, difetto della condizione 'in itinere', difetto della condizione 'in occasione di lavoro'; e - esito mortale, esito mortale non riconducibile all'evento, età; g - genere, gestione, gestione tariffaria, giorni di inabilità, giorni medi di inabilità, grado di menomazione, grande gruppo tariffario; i - in capitale, in franchigia, in istruttoria, in itinere, in occasione di lavoro, in rendita diretta, in rendita a superstiti, in temporanea, indennizzo, industria, industria e servizi, infortuni in ambito domestico, infortunio sul lavoro; l - lavorazione, luogo di accadimento, luogo di nascita; m - medici radiologi, menomazione, mese di accadimento, mese di protocollo (del caso), modalità di accadimento; n - negativo, non determinata; p - per conto dello Stato, persona non tutelata, positivo, posizione assicurativa territoriale; s - sede di lavoro, senza mezzo di trasporto (coinvolto), settore di attività economica; t - tariffa, tasso di premio, terziario, tutela assicurativa; u - Unione europea (UE); v - voce.

 

Il thesaurus è stato costruito sui vocaboli del nucleo del linguaggio speciale; propone alcune principali catene di lemmi, significative per l'utilizzazione del modello di lettura dei dati.

 

Scarica il vocabolario e il thesaurus degli infortuni (.pdf – 5.2 Mb)



Precisazioni e riferimenti bibliografici

L'impostazione dell' "open data" dell'Inail sugli infortuni è stata definita in:

[CDFMV-13] Ciriello, G., De Felice, M., Mosca, R., Veltroni, M., Infortuni sul lavoro. Un modello di lettura (della numerosità) su "open data" dell'Inail, Roma, Inail, Quaderni di ricerca, 1-maggio 2013. I riferimenti bibliografici sono alle pagine 38-39.

 

Scarica [CDFMV-13] (.pdf – 36.2 Mb)